informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le migliori app per lo studio: come sceglierle?

Scegliere le migliori app per lo studio e rendere il tuo lavoro quanto più snello e veloce possibile, è diventato ormai indispensabile.

Tutte le sfere dell’esistenza si sono orami digitalizzate ma, prima di buttarsi a pesce su qualunque app ti capiti sotto mano, è meglio informarsi. Per iniziare, devi scegliere con criterio e capire cosa realmente ti serve.

Cosa ti serve per studiare? Siamo tutti diversi

Il metodo di uno studente non è uguale a quello di un altro. Per questo nel momento in cui andrai a scaricare le app migliori per lo studio, dovrai tenere conto dei tuoi bisogni. Se, per esempio, sei un amante della pianificazione cartacea, non avrà senso per te scaricare un app per la pianificazione online.

Questo, infatti, sarebbe controproducente e andrebbe semplicemente ad alterare il tuo equilibrio, confondendoti ancora di più. Parti da te e capisci ciò che ti serve. Una volta compreso questo, scarica le app che renderebbero ciò che fai manualmente o non fai affatto molto più semplice e veloce. Presta comunque attenzione a un aspetto: nel momento in cui scaricherai le tue app per studiare, dovrai organizzarle in cartelle per avere sempre sotto controllo le tue cose.

Questo tipo di ordine non è affatto banale: una delle prerogative degli studenti di successo è l’organizzazione. Non dimenticarlo, indipendentemente dagli strumenti che ti servono per studiare.

Pianificare prima di fare

Prima di metterti sui libri, ti suggeriamo di adottare un approccio organizzativo valido. Pianifica il tuo anno e le varie sessioni di esami: ciò ti aiuterà a capire come sei messo e che carico di lavoro ti è richiesto. Se ti trovi bene con agende e planning cartacei, usa pure quelli; in caso contrario prova un tool di project management: tra i tanti ti suggeriamo Trello perché particolarmente intuitivo e gratuito.

Oltre a Trello puoi provare altri tool o app ma, se non sei abituato, dovresti partire da qualcosa di più basico. Un Calendar online può fare al caso tuo, se hai la necessità di mettere in calendario pochi task o appuntamenti. Non complicarti la vita con app per lo studio complesse perché al posto di trarre giovamento, potresti desistere e tornare alle vecchie e pessime abitudini.

Monitorare l’andamento del tuo studio con i giusti strumenti

Oltre a pianificare e a studiare, faresti bene a monitorare: quanto tempo impieghi per memorizzare 10 slide? Cronometrati e cerca di capire se studi abbastanza, troppo o troppo poco. Fai le giuste pause o ti sembra impensabile togliere del tempo allo studio?

Le app migliori per lo studio, tra le tante cose, ti insegnano anche a gestire il tempo e a diventare più produttivo: la tecnica del pomodoro, per esempio, ha spopolato sia in America, sia in Italia. Se non la conosci devi scaricare l’app e provarla: ti insegna, infatti, a dividere le sessioni di studio in due momenti. Uno riservato allo studio vero e proprio e l’altro a un piccolo break, funzionale per riconcentrarsi durante la sessione di studio successiva!

In realtà ci sono moltissime app intelligenti che puoi scaricare – famose, tra le, tante quelle per equilibrare il ritmo sonno-veglia o quella per studiare senza distrarsi  – ma lo ribadiamo: non riempirti la memoria del cellulare per scaricare app per studiare, gratis o meno, che non userai mai. Fai le cose in base ai tuoi bisogni e usa solo gli strumenti giusti. Come sempre, anche in questo caso, less is more!

Commenti disabilitati su Le migliori app per lo studio: come sceglierle? Studiare a Milano

Read more

Dieta studente fuorisede: come fare la spesa

Stai per fare la tua prima esperienza adulta, andando a studiare in una città che non è la tua? Devi saperlo subito: essere uno studente non è facile ed essere uno studente fuorisede lo è ancora di meno! Dovrai amministrarti completamente da solo e acquisire immediatamente delle abitudini sane. Parliamo della dieta: credi che la dieta da studente fuorisede sia quella che ti consente di mangiare ciò che vuoi, all’orario che più ti piace?

Ti sbagli: non fare errori comuni. Una delle cose che dovrai imparare sarà proprio questa! Alimentarti in maniera corretta e fare la spesa con criterio, sarà per te e per il tuo rendimento universitario a dir poco fondamentale! Quindi, armati di carta e penna e memorizza bene ciò che dovrai fare!

Evitare gli errori più comuni

Per dieta da studente fuorisede, si sarà capito, intendiamo una corretta alimentazione e non una dieta per perdere peso. Avrai bisogno di energia e di cibi in grado di fornirtela. Per prima cosa, dovrai dire addio al junk food che in Italia costa tanto e non è sano. Fai spazio a verdura e frutta di stagione, grassi buoni e vitamine.

Ma andiamo per gradi: la prima cosa che devi tenere a mente sono i ritmi e gli orari. Proprio come quando vivevi con la tua famiglia, anche all’Università dovrai avere delle regole alimentari. Svegliarti alla stessa ora e fare dei pasti in orari ben precisi, ti aiuterà ad avere rigore anche nello studio. Prova a pensarci: se ti svegli alle 12 e fai colazione con un piatto di pasta, a che ora cenerai e soprattutto quanto tempo avrai perso?

Un altro aspetto da tenere a mente sarà questo: non credere, ora che sei autonomo, di poter mangiare tutto quello che vuoi. Se tua madre ti vietava di mangiare troppe merendine e di andare al fast food una volta alla settimana, ci sarà un perché. Le buone abitudini alimentari servono anche al tuo cervello: un corpo appesantito o, peggio ancora, mal nutrito è un corpo che funziona male e che fa funzionare peggio il cervello.

Per avere l’energia e la concentrazione che ti servono, devi essere in salute e per questo solo con alimenti sani potrai sentirti bene. Svegliati la mattina presto e fai almeno 5 pasti leggeri al giorno. 2 pasti principali, una buona colazione e 2 spuntini dovrebbero bastare a darti l’energia di cui hai bisogno. O, almeno, questo è ciò che la dieta dello studente proclama!

Risparmiare al supermercato

La dieta dello studente fuorisede non ti consente di spendere un capitale al supermercato o di mangiare fuori quando vuoi. Devi usare la testa e comprare ottimi prodotti nei mercati locali o nei supermercati, approfittando delle offerte.

Prima di andare a fare la spesa, fai una lista e segna solo ciò che ti serve. Una volta arrivato al supermercato o davanti ai banchi di frutta e verdura, rispettala. In base a quella lista, pianificherai cosa mangiare ogni giorno della settimana: vedrai che in questo modo, oltre alla tua salute, ti ringrazierà anche il tuo corpo.

Infine vogliamo dirti solo una cosa: la dieta per chi studia o la dieta ideale per studenti sani e che vogliono risparmiare non ti impedisce di andare a mangiare una pizza ogni tanto con i tuoi compagni o di andare a bere una birra con i tuoi nuovi amici. Basterà farlo con parsimonia!

E la mensa universitaria?

Se studi online non avrai particolari problemi perché potrai cucinare sempre a casa ciò che desideri ma se frequenti le lezioni in presenza, ogni tanto ti capiterà di frequentare la mensa universitaria. Anche in questa occasione potrai scegliere, tra le varie proposte, quella più sana. Fare una dieta se si studia, lo sappiamo, non è facile ma come sempre ciò che conta è un minimo di organizzazione. Oltre ad avere ampia scelta, se devi fare una dieta speciale (per celiaci, vegetariani o vegani) puoi comunicarli: lo staff può, infatti, provvedere a creare per te un menù ad hoc. Nel caso in cui, invece, non fosse possibile puoi optare per il pranzo da casa e fare di necessità, virtù!

Generalmente le mense universitarie offrono molte alternative che non sono quasi mai nocive per chi le sceglie: trova il tuo equilibrio anche in questo caso e non avrai problemi! Serve un po’ di pratica: prenditi il tempo che ti serve per sondare le varie proposte alimentari della mensa e mangia al tuo ritmo. Vedrai che, anche solo dopo pochi mese, avrai imparato come gestire la tua dieta e il tuo menù studente e anche il tuo profitto ne gioverà!

Se proprio non riesci ad orientarti, non disperare: perché non considerare l’alternativa dello studio online? Se ti impegnerai, il tuo rendimento non cambierà ma potrai gestire i tuoi ritmi (e i tuoi pasti) con più facilità: certamente avrai una vita meno stressante e più equilibrata. Potrai cucinare e mangiare a casa, alimentandoti in maniera corretta, seguendo la tua dieta speciale e risparmiando qualche soldino. Pensaci, non è così male!

Commenti disabilitati su Dieta studente fuorisede: come fare la spesa Studiare a Milano

Read more

Come organizzare il piano di studio all’Università

Devi iscriverti in autunno all’Università e non sai proprio come organizzare il piano di studi? Niente panico: siamo qui per darti supporto.

Non c’è da spaventarsi: tutti da qualche parte devono iniziare. Ciò che ti servirà sarà solo tanta organizzazione che, insieme alla buona volontà, in poco tempo ti aiuterà a gestire ottimamente tempo e risorse a tua disposizione.

Come organizzarsi: i primi step

Per organizzare un buon piano di studio, per prima cosa devi conoscerlo. Quindi vai subito sul sito della tua Università e scaricalo. Se online non è ancora disponibile, dovrai recarti in segreteria e chiederne una copia cartacea: evita di rimandare questo step perché prima ti rendi conto della mole di lavoro da sostenere, prima puoi organizzarti.

Una volta presa visione del tuo piano di studi, devi iniziare a farti un’idea dei corsi che dovrai seguire e degli esami che dovrai sostenere. Se studi online, sei favorito: lo studio telematico ti consente, infatti, di organizzare il tuo piano di studio con maggiore autonomia perché hai la possibilità di seguire i corsi in maniera flessibile e senza troppi obblighi temporali.

Ad ogni modo, pur seguendo le lezioni in presenza, puoi organizzare il tuo piano di studio e settarlo sulle tue esigenze. Per esempio, se utilizzi un’app come Google Calendar o un planning cartaceo, puoi inserire le varie lezioni in calendario per tutto l’anno. In questo modo avrai non solo una visione completa dei tuoi impegni, ma anche la pianificazione dettagliata delle tue giornate e ti renderai conto di quanto tempo ti rimane, dopo aver seguito i corsi, per studiare, fare sport o dedicarti alla tua famiglia e alle tue passioni.

Qualche consiglio utile per la pianificazione

Adesso, vogliamo darti qualche consiglio sempre utile per la pianificazione del tuo piano di studi.

  • Non rimandare mai a domani ciò che devi studiare oggi, credendo che ci sia sempre tempo. Schedulare le attività è solo una parte dei tuoi doveri a cui devi far seguire sempre l’azione. Del resto a cosa serve organizzare alla perfezione un piano di studio, se poi non si studia?
  • Prenditi il tuo tempo per metabolizzare i concetti perché non è detto che si debba fare sempre tutto di fretta o che le materie studiate siano tra loro uguali. Ve ne saranno alcune che richiederanno più sforzi e più impegno: non fare tutto di corsa perché rischi di fare tutto male.
  • Cerca di concentrare lo studio nelle prime ore della giornata perché tendi ad essere maggiormente produttivo. Man mano che le ore passano, anche la tua concentrazione tende a calare. Se puoi svegliati presto e inizia subito la tua giornata di studio.
  • Fai sport perché, oltre a temprare il fisico, ossigeni il cervello e stimoli le endorfine. Inoltre gli sport di squadra tendono a renderti positivamente competitivo, il che si ripercuote bene sull’andamento degli esami.
  • Alimentati in maniera corretta: il tuo corpo e la tua mente ne beneficeranno. Da bandire assolutamente saranno cibi a base di grassi nocivi e zuccheri. Quindi inizia a mettere in dispensa alimenti sani e butta il cibo spazzatura.

 

Commenti disabilitati su Come organizzare il piano di studio all’Università Studiare a Milano

Read more

Fare un master per trovare un lavoro sicuro: se ne può davvero parlare?

Cosa intendiamo quando parliamo di lavoro sicuro? In questo momento storico per molti aspetti può risultare un’affermazione anacronistica: al massimo si può parlare di lavoro che, non sempre ma spesso, tende a scarseggiare.

Inutile negarlo, per quanto ci siano stati segnali di ripresa negli ultimi mesi, la situazione italiana non è rosea e, proprio per questo, è necessario rimboccarsi le maniche e specializzarsi il più possibile per diventare profili appetibili sul mercato.

I master per trovare un lavoro sicuro, lo diciamo subito, non esistono: ciò che tuttavia esiste è il percorso giusto per trovare lavoro. Fare un master, per esempio, o mentre si lavora o dopo l’Università può essere una buona idea. Vediamo perché.

Perché fare un master è una buona idea

Fare un master dopo il percorso universitario, o addirittura mentre si ha un lavoro full time, non è sbagliato se non lo si concepisce come un modo per trovare un impiego certo ma solo per professionalizzarsi e avere più potere sul mercato.

I master altro non sono, infatti, che percorsi di specializzazione in grado di fornire agli studenti quelle competenze che il percorso universitario non ha potuto conferire. Non sono carte di accesso per il mondo del lavoro ma solo parte di un percorso accademico che, al suo termine, dovrebbe portare alla ricerca di un impiego.

Alla luce di queste considerazioni, l’equazione master per trovare un lavoro sicuro funziona poco. Al contrario è molto più facile vedere il master come un modo per acquisire quelle competenze utili per trovare un impiego.

Facciamo un esempio:

A cosa si va incontro se si fa un master con un lavoro full time

Per quanto l’impresa sia difficile, spesso è la scelta migliore: fare un master con un lavoro full time è un buon modo per acquisire competenze che si possono mettere subito sul campo.

Una scelta molto diffusa tra i professionisti di oggi e molto apprezzata dai datori di lavoro che vedono, proprio in questa decisione, skills uniche e difficilmente assimilabili altrimenti: capacità di multitasking, forte stacanovismo, flessibilità mentale e dedizione al lavoro. Pertanto, nonostante sa faticoso intraprendere un percorso del genere, certamente esso è in grado di dare grandi soddisfazioni a posteriori.

Nel caso in cui, tuttavia, dovesse rivelarsi impossibile fare un master e un lavoro full time, si può sempre optare per un’alternativa differente: per esempio fare un master e un lavoro part time è già più semplice, anche se vi sono percorsi per cui non è proprio possibile adottare questa soluzione.

Per esempio il master in giornalismo, che ha una durata di due anni e se fatto in presenza richiede la partecipazione dello studente tutti i giorni, non rientra tra i percorsi che consentono agli studenti di lavorare mentre frequentano il master.

Unica alternativa è quella di fare il master in giornalismo online che consente agli allievi di organizzare gli impegni lavorativi con lo studio.

 

Commenti disabilitati su Fare un master per trovare un lavoro sicuro: se ne può davvero parlare? Studiare a Milano

Read more

Quali sono gli sport migliori per lo studio da fare?

Chi ha detto che durante l’Università si deve studiare e basta? Il cervello, proprio come il corpo, va allenato anche con attività che poco hanno a che fare con lo studio. Non ci credi? Scopri insieme a noi gli sport migliori per lo studio e vedrai, in poco tempo, aumentare la tua capacità di concentrazione e diminuire l’ansia da prestazione dell’esame!

Come rilassarsi prima di un esame: quando lo yoga aiuta la mente

Rilassarsi prima di un esame è fondamentale e tra i vari sport per lo studio, fondamentali sono quelli che inducono al rilassamento. Credere che si debba studiare sino a 5 minuti prima di un’interrogazione è un errore molto comune che andrebbe, al contrario, evitato. Invece distrarsi e dedicarsi ad altre attività che ti aiutino a svagare la mente e, così, in sede di esame ad essere più produttivo, è senza ombra di dubbio l’idea migliore.

Per farlo, puoi fare sport: tra le tante attività sportive, per lo studio, puoi scegliere,  il pilates e lo yoga per la capacità che hanno di distendere i muscoli e rilassare la mente. Al termine di una lezione ti sentirai più leggero e se praticherai con costanza questi sport, potrai trarre benefici anche nel lungo periodo.

Per esempio, tra i vari sport per studiare al meglio, lo yoga è perfetto per migliorare la postura e per questo rientra tra gli sport migliori per lo studio: soprattutto se trascorri molte ore seduto, fare yoga ti servirà per imparare a tenere la schiena e il collo eretti, evitando così i rischi di scoliosi e problemi nella zona cervicale.

Fare nuoto per migliorare l’autostima

Sapevi che tra gli sport migliori per lo studio rientra anche il nuoto? Non solo perché apporta benefici alla tua forma fisica e perché ossigena il tuo cervello, ma anche perché potenzia lo spirito di squadra e l’agonismo positivo. Fare nuoto ti renderà uno studente maggiormente competitivo; il che significa che affronterai gli esami come sfida da superare sportivamente e nel massimo rispetto degli altri. Quindi perché non provare: sport e studio sono correlati in mille modi. Ci sembra chiaro che tu debba trovare l’equazione che funziona meglio per te!

Perché fare sport ti rende uno studente migliore

Sembra banale ma non le è affatto: fare sport ti rende uno studente migliore. Ormai è noto quanto lo sport migliori la concentrazione (per esempio all’estero è molto frequente inserire all’interno del piano di studi delle attività sportive che conferiscono agli studenti crediti formativi.

Tra i migliori sport all’estero ricordiamo il basket, il football e il baseball, per esempio) ma non si pensa spesso a quanto le attività sportive migliorino l’umore e mantengano alta la competitività positiva, abbassando di conseguenza il rischio di ansia da prestazione prima di un esame. Provaci: ci sono tante alternative tra cui scegliere.

Quindi sport per studiare rilassati, sport per studiare meglio in gruppo e sport per migliorare la competizione positiva: ci sembra abbastanza. Tu cosa dici e, soprattutto, cosa scegli?

 

 

Commenti disabilitati su Quali sono gli sport migliori per lo studio da fare? Studiare a Milano

Read more

Eventi per studenti a Milano: dove trovarli?

Stai per cominciare la tua esperienza da studente milanese e, oltre al dovere, sei interessato anche al divertimento? Niente paura: Milano è la città giusta!

Ricca di stimoli e piena di luoghi in cui svagarsi, Milano è il posto ideale per chi voglia cercare (e trovare) eventi divertenti, coltivare le passioni e fare costantemente amicizia! Tuttavia, essendo una metropoli grande, è bene sapere dove cercare per non disperdersi.

Ti daremo, pertanto, qualche dritta sugli eventi per studenti a Milano: tieniti pronto perché ti aspetta un autunno ricco di cosa da fare e nuovi amici da conoscere!

Quali eventi prediligere nella metropoli lombarda

Se studi a Milano, la prima cosa che dovrai fare sarà prediligere gli eventi per studenti: ossia quelle occasioni di incontro e approfondimento di topic che realmente ti interessano. Gli eventi per studenti a Milano sono davvero moltissimi perché questa città ogni anno accoglie tantissimi ragazzi da tutta Italia; pertanto il primo posto in cui dovrai cercare sarà la bacheca online della tua Università.

Generalmente ogni Università mette a disposizione degli studenti l’elenco online degli eventi settoriali. Cosa intendiamo: se studi lettere, per esempio, è facile che nella tua Università si organizzino presentazioni di libri, conferenze letterarie e incontri di settore. Questa saranno per te ottime occasioni per conoscere compagni di classe, professori e nuovi amici ma soprattutto per approfondire i temi e gli argomenti dei tuoi studi.

Cercare online: il potere del web

Se la tua Università non mette a disposizione il suddetto servizio, dovrai muoverti nel mare magnum del web. Attenzione: online troverai davvero moltissime informazioni e potrai correre il rischio di perderti. Fai un’attenta selezione e affidati solo a siti attendibili. Tra i tanti, puoi consultare Eventbrite che mette a disposizione un’ampia scelta, ripartita per settori di interesse.

Molti di questi eventi sono, inoltre, gratuiti: cosa che non guasta se si studia a Milano, una città cara in cui risparmiare dei soldi fa sempre comodo.

Tra gli eventi gratuiti, ne troverai tanti relativi alle occasioni speciali: la settimana della moda, le giornate nazionali della cultura, le ultime domeniche del mese in cui musei e gallerie sono prevalentemente gratuite. Informati per tempo: cerca sul web e segna in calendario gli eventi a cui non vuoi rinunciare così potrai organizzarti in anticipo e risparmiare dei soldi nel caso in cui dovesse essere richiesta una quota per presenziare!

Il passaparola: un fattore da non sottovalutare

Se studierai a Milano, capirai subito che i rapporti interpersonali sono importantissimi. Spesso verrai a conoscenza di eventi, feste e manifestazioni direttamente da altre persone. Il passaparola è, quindi, un fattore da non sottovalutare se si vuole frequentare la movida milanese e conoscere gli eventi per studenti nel capoluogo lombardo.

Quindi inizia a fare pubbliche relazioni, mostrati aperto a nuove esperienze e capirai che coltivare le tue passioni sarà davvero facilissimo. Se tuttavia sei un ragazzo introverso, puoi sempre optare per metodi più tradizionali: il sito di Feltrinelli, per esempio, è un grande bacino di eventi e concerti che potrebbero interessarti. Consultalo e compra per tempo i biglietti che, soprattutto per concerti molto attesi, tendono ad andare facilmente sold out!

 

Commenti disabilitati su Eventi per studenti a Milano: dove trovarli? Studiare a Milano

Read more

La migliore organizzazione universitaria: come trovarla

Hai da poco terminato gli esami della sessione estiva ma non sei troppo soddisfatto dei risultati e vorresti ripartire a settembre con il piede giusto? Coraggio, trova la migliore organizzazione universitaria possibile.

Prima di cominciare, tuttavia, ci sembra giusto fare una premessa doverosa: la migliore organizzazione universitaria non esiste: esiste, però, un’organizzazione universitaria, strutturata in base a regola precise, che va bene per te. Ognuno ha la propria ma per trovare quella che faccia al caso tuo, sicuramente è importante partire con lei idee chiare. Pronto? Allora cominciamo!

La perfetta organizzazione universitaria non esiste: trova il tuo metodo

Preso atto della nostra premessa, puoi iniziare a pensare a quale metodo adottare affinché la tua organizzazione universitaria risulti la migliore possibile. Il primo consiglio che vogliamo darti è: eliminare l’ansia da prestazione. Quel sentimento che ti porta ad essere costantemente insicura, agitata e, talvolta, in competizione con i tuoi compagni andrebbe combattuto. L’ansia da prestazione, infatti, può solo essere invalidante, generando in te la costante sensazione di non farcela che, per certi aspetti, può anche essere paralizzante. Se, quindi, ti è già capitato di aver studiato tanto per un esame ma non aver avuto il coraggio di farlo, ripensaci e lavora su te stessa con il metodo giusto.

Metodo di studio efficace per un’organizzazione universitaria che funziona

La migliore organizzazione universitaria è quella che funziona e per funzionare è indispensabile che essa risponda a un metodo chiaro, preciso e soprattutto costantemente adottato. Spieghiamoci meglio: prima di preparare un esame chiediti sempre se sai da dove partire, se hai una visione delle attività che andrai a svolgere sul medio-lungo periodo e se il tempo e gli strumenti a tua disposizione sono sufficienti.

Senza un metodo corretto e settato sui tuoi bisogni, difficilmente la tua organizzazione universitaria risulterà proficua. Quindi, se ancora non ne hai uno, munisciti di un planning: ossia un piano, su supporto cartaceo o digitale, che ti aiuti a pianificare esattamente le attività. Puoi strutturarlo su base annuale, trimestrale o semestrale – per avere una visione di insieme – e poi pensarlo su base settimanale o persino giornaliera.

Tra i vari supporti cartacei ti consigliamo le agende o i planning; invece se sei un amante del digitale perché non provi a studiare con le app? Ve ne sono moltissime gratuite: prova per esempio Evernote per le liste e Google Calendar per la pianificazione!

Che ne dici, ti sembrano consigli utili per partire con il piede giusto a settembre o vorresti aggiungere qualche dritta anche tu?

Commenti disabilitati su La migliore organizzazione universitaria: come trovarla Studiare a Milano

Read more

Come conciliare studio e sport

Se ti sei diplomato da poco, ti stai per iscrivere all’Università e, tra le tante preoccupazioni, c’è quella di non riuscire a conciliare studio e sport, soffermati a pensare e rasserenati: le due attività non si escludono vicendevolmente ma, al contrario, sono assolutamente complementari e per te non solo sarà possibile portarle avanti con ottimi risultati, ma anche migliorare le tue prestazioni. Come? Adesso te lo spieghiamo!

Per fare sport senza pregiudicare lo studio c’è bisogno di tre skills

Organizzazione: l’organizzazione sarà per te fondamentale per conciliare studio e sport in maniera sana e senza pregiudicare il rendimento in entrambe le attività. Prima di iscriverti in palestra, a nuoto o a calcio, assicurati che gli orari dei corsi siano compatibili con i tuoi impegni universitari. Fondamentale sarà non sovrapporre le lezioni o avere poco tempo a disposizione tra un’attività e l’altra. Quindi, se ancora non hai effettuato l’iscrizione, prima di farlo scarica il tuo piano di studi e assicurati che ci sia compatibilità con lo sport che hai deciso di praticare. Se studi online, naturalmente, sarà più semplice perché avrai modo di gestire le tue giornate in maniera più autonoma e in base ai tuoi ritmi ma, anche in questo caso, non sottovalutare l’importanza del dovere!

Disciplina: non sarà facile conciliare studio e sport e vogliamo sottolinearlo sin da subito. All’inizio, soprattutto se non hai mai fatto sport prima, ti sembrerà tutto semplice perché sarai entusiasta. Ma con il tempo, la stanchezza inizierà a farsi sentire e la motivazione calerà un pochino. Per questo ti suggeriamo di sforzarti fino a che non avrai preso il ritmo e lo sport non sarà diventato per te una piacevole e naturale abitudine. Ma prima di allora dovrai avere molta disciplina e saperti gestire il tempo per lo studio e per lo sport anche quando non ne avrai voglia.

Entusiasmo: se non hai mai fatto sport con costanza e questo è il tuo primo anno all’Università, dovrai partire con moltissimo entusiasmo. I presupposti ci sono tutti: soprattutto se non hai mai vissuto nella città in cui studierai, iscriversi in palestra o in piscina potrà essere un modo per socializzare e integrarsi più facilmente. A questo proposito ti suggeriamo di informarti bene: ci sono palestre convenzionate con gli studenti che, soprattutto a inizio anno, offrono abbonamenti a prezzi realmente concorrenziali. Una bella occasione, se si pensa che lo sport fa bene al cervello e che, se praticato con costanza, può aumentare di molto la tua produttività.

 

Commenti disabilitati su Come conciliare studio e sport Studiare a Milano

Read more

Dieta per studenti sedentari: quali cibi evitare

Sia che tu studi online, sia che tu frequenti lezioni e corsi accademici in presenza, certamente trascorrerai moltissime ore seduto. Abitudine indispensabile ma, nel lungo periodo, un po’ nociva in quanto potrebbe portare ad accumulare adipe e ad assumere una postura scorretta. Tuttavia la dieta per studenti sedentari, intesa come regime alimentare corretto e assolutamente non restrittivo, potrebbe aiutarti a restare in salute e, perché no, anche in forma. Vediamo allora in cosa consiste l’alimentazione per studenti sedentari.

Le buone pratiche per chi ha uno stile di vita sedentario

Per prima cosa, se trascorri molte ore seduto, dovresti bere molto. La corretta e costante idratazione infatti non è solo un’abitudine positiva per il corpo, ma anche per il cervello che sarà predisposto a una maggiore concentrazione. 2 litri di acqua al giorno, meglio se con pezzi di frutta o di zenzero, ti aiuteranno certamente a non accumulare tossine e, anche se ti sembrerà strano, a produrre di più. Oltre ad assumere acqua nelle giuste quantità, puoi provare ad idratare il tuo organismo con centrifugati di verdura o frutta e con spremute, ottime fonti di vitamine e sali minerali, indispensabili soprattutto durante la stagione estiva.

Infine, ma non per importanza, ricordati di alimentarti sempre con frequenza e con cibi ricchi di proteine magre o a base di cereali integrali. Una dieta per studenti sedentari che si rispetti deve essere costituita da almeno 5 pasti giornalieri, alternati con una cadenza di 2-3 ore. Mangiare frequentemente non solo ti porterà a non arrivare al pasto successivo affamato, ma anche a bruciare più calorie perché il metabolismo subirà un’accelerazione. Quindi, per riassumere, le buone pratiche dell’alimentazione dello studente universitario, prevedono l’assunzione di:

 

Almeno 1,5 litro e mezzo di acqua al giorno

Cibi sani e naturali (cereali integrali, proteine magre, grassi buoni e vitamine)

Verdure e frutta di stagione

Cosa, invece, una dieta per studenti universitari sedentari non prevede?

Ciò che invece andrebbe evitato è l’eccessivo consumo di alimenti pieni di zuccheri raffinati e di conservanti come, per esempio, i prodotti confezionati che a causa della loro praticità tendono ad essere prediletti dagli studenti, a discapito di una buona salute.

Saltare i pasti, con la scusa di avere poco tempo a disposizione, è un errore che suggeriamo di non commettere anche per non accumulare peso. Se credi che cucinare ti porti via minuti preziosi, puoi provare a prepararti il pranzo la sera prima in modo da ottimizzare i tempi e migliorare la tua organizzazione.

In ultima analisi dovresti sforzarti di leggere le etichette mentre fai la spesa: ci sono infatti in commercio molti alimenti ricchi di zuccheri o di dolcificanti chimici che andrebbero assolutamente evitati. Non lasciarsi tentare da scritte accattivanti e dalla modalità con cui vengono presentati e confezionati i prodotti più famosi, ti renderà uno studente più sano e un consumatore più consapevole!

 

Commenti disabilitati su Dieta per studenti sedentari: quali cibi evitare Studiare a Milano

Read more

Eventi per studenti a Milano: cosa prediligere

Se hai deciso di studiare a Milano, possiamo assicurarti che non te ne pentirai: Milano è una città incredibile, stimolante e densa di cose da fare. Gli eventi per studenti a Milano sono moltissimi: avrai l’imbarazzo della scelta perché questa città, pur non essendo a misura di studente come per esempio Perugia o Siena, è molto organizzata e anche per i ragazzi facilmente vivibile.

Eventi studenteschi: non scartare quelli di settore

Ora non vorremmo parlarti di eventi generici ma vorremmo consigliarti di frequentare eventi di settore che possano aiutarti non solo a socializzare e ad integrarti in una città che forse non conosci, ma anche ad arricchirti e a formarti sulla base dei tuoi interessi di studio. A parte gli eventi organizzati dalla tua Università, a cui non dovresti mai mancare, ti suggeriamo di capire dove e quando si svolgono altri eventi collaterali.

Per esempio le presentazioni di nuovi libri o di autori emergenti, possono essere ottime occasioni per divertirti e formarti. A Milano esistono, oltre agli store di grandi gruppi editoriali, anche tante bellissime librerie in cui spesso si svolgono presentazioni interessanti. Tra i molti spazi a disposizione, ti consigliamo la libreria Open in Porta Romana e la libreria Gogol & Company in via Savona. Due posti incantevoli in cui, se studi lettere o se in generale ami leggere, non potrai mancare. In entrambi i casi troverai un’ampia scelta di titoli mainstream e di nicchia, testi pubblicati anche da case editrici indipendenti e articoli di cancelleria deliziosi e, spesso, fatti a mano da creativi italiani.

Oltre alle librerie e alle presentazioni, puoi partecipare agli eventi per studenti a Milano organizzati all’interno degli spazi di coworking:  a Milano ve ne sono davvero tantissimi ma, tra i molti, puoi tenere d’occhio quelli organizzati da Impact Hub e da Talent Garden. Nel primo caso gli eventi sono davvero disparati e possono arricchirti non solo dal punto di vista universitario; nel secondo, invece, troverai grandi spunti se studi lettere, comunicazione o digital marketing. Per conoscere gli eventi in programma, oltre a consultare i siti degli spazi segnalati, ti suggeriamo di guardare il sito di Eventbrite che è sempre aggiornatissimo su tutti gli eventi attivi a Milano.

E se invece hai poco tempo? Ecco cosa fare a Milano

Partiamo da questo presupposto: a Milano tutti corrono ma per partecipare agli eventi si trova sempre il tempo. Non è un luogo comune, gli eventi a Milano sono incredibili occasioni per socializzare e fare network, ossia conoscere altre persone che operano nel tuo settore e con cui è  piacevole e importante avere un’occasione di confronto. Per questo ti consigliamo, se ne hai l’opportunità, di recarti personalmente agli aventi ma, se proprio non dovessi riuscirci, abbiamo una soluzione: i webinar, ossia lo streaming delle conferenze, delle lezioni o delle presentazioni a cui non hai tempo di andare. Puoi seguire la diretta o, se anche in quel caso non dovessi proprio farcela, riascoltare la registrazione in un momento per te più consono.

Infine, ma non per importanza, vogliamo segnalarti che in moltissimi casi agli studenti sono riservati degli sconti: non solo i cinema, ma anche altre tipologie di eventi per studenti a Milano hanno prezzi speciali per chi, proprio come te, necessita di formazione.

Studiare a Milano ti piacerà poco per via del clima e, forse se sei meridionale, del cibo ma ti assicuriamo che questo ostacolo sarà facilmente superabile per merito di tutti gli stimoli che questa città metterà a tua disposizione. Non solo eventi, ma anche mostre, concerti, spettacoli e spazi in cui conoscerai moltissime persone e ti divertirai come mai prima. Ti fidi?

Commenti disabilitati su Eventi per studenti a Milano: cosa prediligere Studiare a Milano

Read more

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali