informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Il corso di laurea in ingegneria elettronica a Milano di Unicusano si rivolge ai neolaureati provenienti da un precedente corso di studi triennali ad indirizzo ingegneristico seguito o presso la stessa Niccolò Cusano o presso un qualsiasi altro ateneo italiano.

Si tratta quindi di una laurea magistrale, ha una durata di due anni in tutto e permette l’accesso, per chi lo desidera, all’Esame di Stato per ingegneri elettronici.

Il corso mira a fornire agli iscritti una solida preparazione riguardo a tutti gli aspetti teorici, scientifici e metodologici dell’ingegneria elettronica ed informatica, considerando anche le tematiche relative alla pianificazione, installazione e gestione di sistemi e macchinari elettronici, sia nell’ambito industriale che in quello della bioingegneria. Vengono infine viste quelle che sono le problematiche e complessità da gestire in fase di ricerca e sperimentazione di soluzioni tecniche sofisticate utilizzate nell’ambito delle telecomunicazioni e dell’elettronica in genere.

Il piano di studi del corso di laurea magistrale in ingegneria informatica di Unicusano prevede 7 esami in tutto durante il primo anno, esami fortemente collegati all’indirizzo scelto come Elettronica II e digitale, e Misure elettriche ed elettroniche.

Durante il secondo anno invece sono previsti 5 esami, uno dei quali su una materia a scelta dello studente, che spaziano anche su tematiche che esulano dall’ambito meramente elettronico come Antenne, Elaborazione numerica del segnale, Microonde ed Ingegneria del Software.

Il secondo anno prevede un numero di esami inferiore al primo perché durante quest’ultimo anno lo studente viene coinvolto in un periodo di tirocinio attraverso il quale avere un primo approccio con il mondo del lavoro, e deve anche iniziare (e magari completare) la preparazione della tesi di laurea finale; la tesi normalmente si configura o sotto forma di progetto o come una ricerca incentrata su una tematica a scelta tra quelle affrontate nei due anni di corso.