informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Dieta studente fuorisede: come fare la spesa

Commenti disabilitati su Dieta studente fuorisede: come fare la spesa Studiare a Milano

Stai per fare la tua prima esperienza adulta, andando a studiare in una città che non è la tua? Devi saperlo subito: essere uno studente non è facile ed essere uno studente fuorisede lo è ancora di meno! Dovrai amministrarti completamente da solo e acquisire immediatamente delle abitudini sane. Parliamo della dieta: credi che la dieta da studente fuorisede sia quella che ti consente di mangiare ciò che vuoi, all’orario che più ti piace?

Ti sbagli: non fare errori comuni. Una delle cose che dovrai imparare sarà proprio questa! Alimentarti in maniera corretta e fare la spesa con criterio, sarà per te e per il tuo rendimento universitario a dir poco fondamentale! Quindi, armati di carta e penna e memorizza bene ciò che dovrai fare!

Evitare gli errori più comuni

Per dieta da studente fuorisede, si sarà capito, intendiamo una corretta alimentazione e non una dieta per perdere peso. Avrai bisogno di energia e di cibi in grado di fornirtela. Per prima cosa, dovrai dire addio al junk food che in Italia costa tanto e non è sano. Fai spazio a verdura e frutta di stagione, grassi buoni e vitamine.

Ma andiamo per gradi: la prima cosa che devi tenere a mente sono i ritmi e gli orari. Proprio come quando vivevi con la tua famiglia, anche all’Università dovrai avere delle regole alimentari. Svegliarti alla stessa ora e fare dei pasti in orari ben precisi, ti aiuterà ad avere rigore anche nello studio. Prova a pensarci: se ti svegli alle 12 e fai colazione con un piatto di pasta, a che ora cenerai e soprattutto quanto tempo avrai perso?

Un altro aspetto da tenere a mente sarà questo: non credere, ora che sei autonomo, di poter mangiare tutto quello che vuoi. Se tua madre ti vietava di mangiare troppe merendine e di andare al fast food una volta alla settimana, ci sarà un perché. Le buone abitudini alimentari servono anche al tuo cervello: un corpo appesantito o, peggio ancora, mal nutrito è un corpo che funziona male e che fa funzionare peggio il cervello.

Per avere l’energia e la concentrazione che ti servono, devi essere in salute e per questo solo con alimenti sani potrai sentirti bene. Svegliati la mattina presto e fai almeno 5 pasti leggeri al giorno. 2 pasti principali, una buona colazione e 2 spuntini dovrebbero bastare a darti l’energia di cui hai bisogno. O, almeno, questo è ciò che la dieta dello studente proclama!

Risparmiare al supermercato

La dieta dello studente fuorisede non ti consente di spendere un capitale al supermercato o di mangiare fuori quando vuoi. Devi usare la testa e comprare ottimi prodotti nei mercati locali o nei supermercati, approfittando delle offerte.

Prima di andare a fare la spesa, fai una lista e segna solo ciò che ti serve. Una volta arrivato al supermercato o davanti ai banchi di frutta e verdura, rispettala. In base a quella lista, pianificherai cosa mangiare ogni giorno della settimana: vedrai che in questo modo, oltre alla tua salute, ti ringrazierà anche il tuo corpo.

Infine vogliamo dirti solo una cosa: la dieta per chi studia o la dieta ideale per studenti sani e che vogliono risparmiare non ti impedisce di andare a mangiare una pizza ogni tanto con i tuoi compagni o di andare a bere una birra con i tuoi nuovi amici. Basterà farlo con parsimonia!

E la mensa universitaria?

Se studi online non avrai particolari problemi perché potrai cucinare sempre a casa ciò che desideri ma se frequenti le lezioni in presenza, ogni tanto ti capiterà di frequentare la mensa universitaria. Anche in questa occasione potrai scegliere, tra le varie proposte, quella più sana. Fare una dieta se si studia, lo sappiamo, non è facile ma come sempre ciò che conta è un minimo di organizzazione. Oltre ad avere ampia scelta, se devi fare una dieta speciale (per celiaci, vegetariani o vegani) puoi comunicarli: lo staff può, infatti, provvedere a creare per te un menù ad hoc. Nel caso in cui, invece, non fosse possibile puoi optare per il pranzo da casa e fare di necessità, virtù!

Generalmente le mense universitarie offrono molte alternative che non sono quasi mai nocive per chi le sceglie: trova il tuo equilibrio anche in questo caso e non avrai problemi! Serve un po’ di pratica: prenditi il tempo che ti serve per sondare le varie proposte alimentari della mensa e mangia al tuo ritmo. Vedrai che, anche solo dopo pochi mese, avrai imparato come gestire la tua dieta e il tuo menù studente e anche il tuo profitto ne gioverà!

Se proprio non riesci ad orientarti, non disperare: perché non considerare l’alternativa dello studio online? Se ti impegnerai, il tuo rendimento non cambierà ma potrai gestire i tuoi ritmi (e i tuoi pasti) con più facilità: certamente avrai una vita meno stressante e più equilibrata. Potrai cucinare e mangiare a casa, alimentandoti in maniera corretta, seguendo la tua dieta speciale e risparmiando qualche soldino. Pensaci, non è così male!