informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare senza ripetere: ecco le strategie da adottare

Commenti disabilitati su Studiare senza ripetere: ecco le strategie da adottare Studiare a Milano

Fin dalle elementari ci hanno insegnato che la ripetizione nello studio è fondamentale per fissare i concetti nella mente; ma c’è anche chi sostiene che studiare senza ripetere non solo è possibile, ma è anche più produttivo.

Una sessione di esami particolarmente intensa, appelli ravvicinati, ritardi accumulati per uno o più motivi determinano l’esigenza di velocizzare lo studio, senza chiaramente comprometterne la qualità.

Per preparare un esame in pochi giorni bisogna ottimizzare il tempo a disposizione, eliminando l’unica fase dell’apprendimento che in certi casi è davvero eliminabile: la ripetizione.

Studiare senza ripetere: le tecniche

La ripetizione è da sempre considerata una metodologia efficace per memorizzare e allo stesso tempo per verificare il livello di comprensione degli argomenti.

C’è chi invece sostiene il contrario.
I risultati di uno studio pubblicato su Learning Memory dimostrano che ripetere causa maggiori difficoltà nell’apprendimento di nuove informazioni.

Alcuni studiosi sostengono addirittura che si tratti di una strategia fallimentare, limitante per una serie di aspetti.

Gli psicologi Roediger e McDaniel sostengono che la prima lettura è finalizzata a scoprire un nuovo mondo, nuove informazioni; la seconda determina una falsa padronanza dell’argomento.
La rilettura innesca la sensazione di sapere già tutto, quando in realtà, nella maggior parte dei casi, non è così.

La ripetizione non è necessaria se lo studio viene gestito nel modo giusto.

Una sessione di studio intensa e produttiva non può contemplare distrazioni; esula quindi dall’utilizzo del cellulare per controllare messaggi e notifiche sui social.
Una sessione di studio produttiva prevede una concentrazione assoluta verso l’argomento da assimilare.
Soltanto così sarà possibile evitare la ripetizione.

Di seguito l’università telematica Niccolò Cusano di Milano ha selezionato due tecniche particolarmente efficaci per studiare senza ripetere.

Il metodo dei Loci

Studiare senza ripetere ad alta voce è possibile se si studia in maniera intelligente, magari utilizzando qualche tecnica di memorizzazione dall’efficacia testata.

Tra le più valide rientra la tecnica dei Loci, utilizzata dal più grande oratore della storia, Cicerone, per ricordare i suoi discorsi.

Conosciuta anche come ‘Palazzo della memoria’ la tecnica sfrutta il potere delle immagini, e la successiva visualizzazione mentale, per aiutare la mente a ricordare e organizzare le informazioni.

Per mettere in pratica il metodo è necessario individuare un percorso reale che risulti familiare, ovvero uno spazio conosciuto come ad esempio la propria casa o la strada per raggiungere l’università o il posto di lavoro.

Nell’ambito del percorso bisogna poi individuare delle ‘soste’ ovvero gli elementi ai quali associare le informazioni.

Facciamo un esempio pratico per capire meglio.
Se abbiamo scelto la strada per raggiungere l’università bisogna individuare lungo il percoso dei punti di riferimento, ovvero i ‘loci’ a cui associare i concetti.
Potremmo quindi prendere come riferimento negozi, fontane, panchine, lampioni o qualsisi altro elemento presente lungo il tragitto.

Successivamente si procede con la trasformazione dei concetti in immagini e con la collocazione delle stesse presso i vari punti di riferimento scelti in precedenza.

È importante collocare le informazioni lungo il percorso seguendo un ordine logico, in maniera da agevolare la memoria nel passaggio da un concetto all’altro.

Nel momento in cui bisognerà ricordare per esporre un argomento sarà sufficiente ripercorrere mentalmente il tragitto e fermarsi lungo i vari elementi scelti per riprendere l’immagine e il concetto ad essa associato.

Uno dei presupposti essenziali per rendere efficace la tecnica è scegliere luoghi conosciuti, i cui punti di riferimento facciano già parte della propria memoria a lungo termine.

I collegamenti

Per agevolare il processo di memorizzazione è fondamentale comprendere.
La comprensione di un concetto o di un argomento ne facilita la memorizzazione a lungo termine.

In ambito universitario, dove il percorso di studi prevede l’approfondimento di argomenti strettamente correlati tra loro, i collegamenti assumono un ruolo importantissimo.

In altre parole più ampio è il bagaglio di conoscenze più sono le cose nuove che riusciamo ad assimilare.

Ripetizione a intervalli regolari

Inutile girarci troppo intorno, la ripetizione comporta un dispendio di energie, oltre che di tempo. Un dispendio che in alcuni casi può addirittura risultare vano.
Ripetere meccanicamente, senza ragionamento e senza una reale comprensione, avendo l’illusione di essere preparati, può causare brutte sorprese.

Attenzione però a non travisare quanto fin qui detto.

Non intendiamo in alcun modo demonizzare la ripetizione, ma abbiamo semplicemente fornito alcuni suggerimenti per velocizzare l’apprendimento e allo stesso tempo renderlo produttivo; anche senza ripetere.

Secondo gli studi condotti sull’argomento il modo migliore per rendere efficace la ripetizione è gestirla in un determianto modo.

Gli studiosi sostengono che le pause, ovvero gli intervalli che intercorrono tra la lettura, lo studio e la ripetizione assumono un’importanza fondamentale ai fini della produttività.

La tabella degli spazi temporali è la seguente:

  • 5 secondi,
  • 25 secondi
  • 2 minuti
  • 10 minuti
  • 1 ora
  • 5 ore
  • 1 giorno
  • 5 giorni
  • 25 giorni
  • 4 mesi
  • 2 anni

Chiaramente tutto dipende dalle esigenze; la ripetizione finalizzata a superare un esame uiversitario non può certo arrivare a 2 anni.

In sintesi, possiamo dire che studiare senza ripetere è possibile, ma tutto dipende dalle capacità personali, dalle esigenze di particolari momenti e dalle caratteristiche della materia.

Credits immagine: DepositPhoto.com/pressmaster

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali