informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Mangiare sano prima dell’esame? Ecco cosa mettere in tavola

Commenti disabilitati su Mangiare sano prima dell’esame? Ecco cosa mettere in tavola Studiare a Milano

Molti studenti pensano che l’efficacia di un metodo di studio sia basata esclusivamente su tecniche e strategie per velocizzare l’apprendimento; in pochi sanno che al di là di quelli che sono i ‘trucchi’ e le tecniche per concentrarsi e memorizzare più rapidamente anche l’alimentazione è importante, e che mangiare sano prima dell’esame può migliorare i risultati della prova.

Presi dalla quotidianità universitaria e dai ritmi di studio piuttosto intensi gli studenti raramente prestano attenzione a ciò che mangiano.

Dieta dello studente pre esame: i cibi sani

Prima di entrare nel dettaglio di quelli che sono i nutrienti essenziali per ottenere performance di studio produttive è d’obbligo fare una breve premessa contenente alcune regole di carattere generale.

Iniziamo quindi dal numero ideale di pasti da consumare in una giornata.
I pasti principali sono tre: colazione, pranzo e cena, anche se nutrizionisti e dietologi sono concordi nell’aggiungere i cosiddetti ‘spuntini’ tra un pasto e l’altro.

Al di là di quelle che possono essere le esigenze o le scelte personali in merito agli snack ‘spezzafame’ è assolutamente vietato saltare i pasti principali.

Spesso gli studenti si dimenticano di mangiare; a volte pensano di recuperare tempo evitando di pranzare o di cenare.
In realtà si tratta di un’abitudine errata e controproducente per la qualità dello studio.
Saltare un pasto significa arrivare a quello successivo con una fame eccessiva, per assecondare la quale si tende ad esagerare con le porzioni.
Il risultato delle esagerazioni alimentari può essere riassunto in un generale senso di appesantimento, sia fisico che mentale; la digestione viene compromessa e il cervello fa fatica a concentrarsi.
Ecco perché è importante essere regolari nella consumazione dei tre principali pasti giornalieri.

Altre regole di carattere generale sono:

  • Variegare la dieta
  • Ridurre gli zuccheri semplici
  • Ridurre i grassi animali
  • Consumare tanta frutta e verdura

Partendo dal presupposto che bisognerebbe mantenere un regime alimentare corretto ed equilibrato per tutto il corso dell’anno, cerchiamo di capire nel dettaglio quali sono gli alimenti da consumare nei giorni che precedono una prova e quali invece bisognerebbe evitare.

Colazione

‘La colazione è il pasto più importante della giornata’. Quante volte lo abbiamo letto o sentito dire?

Sicuramente tante, perché in effetti fornisce al corpo i nutrienti essenziali, e quindi le energie, per affrontare la giornata.

Per quanto riguarda le bibite la scelta dovrebbe propendere per una spremuta o un bicchiere di latte, accompagnati da cereali integrali, frutta fresca e/o qualche fetta biscottata con marmellata o un filo di miele.

Pranzo e cena

Girovagando qua e là sul web alla ricerca di consigli per mangiare sano prima dell’esame ti sarai sicuramente accorto che su internet ci sono tantissimi portali che propongono diete settimanali equilibrate; veri e propri menu che giorno per giorno indicano i cibi da mettere in tavola per favorire la concentrazione.

In questo post l’università telematica Niccolò Cusano di Milano si limita soltanto a fornire le linee guida generali per gli studenti che desiderano migliorare e ottimizzare le proprie perfomance cerebrali in vista di un periodo di studio intenso.

Quindi cosa fare a pranzo e a cena per favorire la concentrazione?

Omega 3 e fosforo sono tra gli elementi essenziali per la salute del cervello.
Il pesce è quindi un alimento che non può assolutamente mancare nella dieta dello studente.
Tra i più ricchi di acidi grassi lo sgombro e il salmone.

Altrettanto importanti le uova, che attraverso la colina rafforzano la sfera cognitiva e migliorano la memoria.
Il consumo ideale è di un paio di uova due volte a settimana.

Un ruolo fondamentale per quanto riguarda l’apporto proteico è ricoperto dai legumi; lenticchie, ceci e fagioli contengono inoltre acido folico, notoriamente benefico per le performance mnemoniche.

Arriviamo a quella che forse per molti è la nota dolente: le verdure crocifere.
Broccoli, cavoli e cavoletti dovrebbero far parte della ‘perfetta’ dieta pre-esame.

Per quanto riguarda i carboidrati è preferibile limitare il consumo di quelli raffinati, sostituendoli con quelli integrali.

Gli spuntini

Come spiegato in precedenza lo spuntino di metà mattina e quello di metà pomeriggio sono fondamentali per evitare di arrivare ai pasti principali con una fame eccessiva.

Attenzione però a non scegliere il cosiddetto ‘cibo spazzatura’, come ad esempio quelle merendine industriali ricche di zuccheri che provocano i famosi ‘picchi glicemici’.

Per assecondare quel leggero languorino prima di pranzo o prima di cena è sufficiente un frutto, oppure 20 grammi di frutta secca o ancora uno yogurt magro.

Concludiamo con una buona notizia: anche il cioccolato rientra tra gli spuntini ‘concessi’; purché sia fondente.
Il cioccolato allontana la stanchezza, favorisce la concentrazione e contiene sostanze che generano sensazione di benessere e appagamento.

L’acqua

Può sembrare una banalità ma ci teniamo comunque a sottolineare l’importanza dell’acqua nell’ambito di una dieta equilibrata.

Sappiamo bene che spesso per evitare di interrompere lo studio tendiamo a sottovalutare il senso di sete; e sappiamo anche che si tratta di un’abitudine sbagliata.

L’acqua è essenziale per tutte le funzioni vitali, così come è essenziale per il corretto funzionamento del cervello. Un’adeguata idratazione è importante sia per la memoria che per la concentrazione.

Il consiglio è di avere sempre a portata di mano, sul piano di studio, una bottiglia di acqua, che diventa la migliore alleata per lo studente e le sue lunghe e impegnative sessioni di studio.

“Credits: Subbotina/Depositphotos.com”

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali