informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Orientamento al lavoro per i giovani? Una ricerca dimostra che l’università Niccolò Cusano di Milano c’è

Commenti disabilitati su Orientamento al lavoro per i giovani? Una ricerca dimostra che l’università Niccolò Cusano di Milano c’è Studiare a Milano

L’importante è finire recitava una nota canzone degli anni sessanta ma è valido non solo nella musica questo detto. L’importante è finire in un’azienda, se questo detto passa sotto la valutazione del settore della formazione. Dovete capire, infatti, che tutti i vostri sforzi relativi agli studi non andranno persi solo se troverete posto e quindi solo se avrete seguito un buon orientamento al lavoro per i giovani. Come quello dell’università Niccolò Cusano di Milano che opera da anni in tal senso. Ora arriva una ricerca che conferma la bontà di questo operato perché mostra risultati che collimano perfettamente con quanto fa la Cusano. Si tratta di uno studio operato da AlmaLaurea e Centromarca ma andiamo più a fondo insieme in questa faccenda.

Il lavoro dona dignità all’uomo perché dona indipendenza. Ecco perché la ricerca di AlamaLaurea insieme a Centromarca (l’Associazione Italiana dell’Industria di Marca)

I neolaureati nel mondo del lavoro e nell’Industria di Marca: Canali di reclutamento, profili, esigenze delle imprese” e svolta su 256 aziende di diversa estrazione + prezioso. Risponde alla domanda numero uno e cioè cosa cerca il mercato del lavoro da un neo-laureato o, per dirla con la dicitura esatta, si propone lo scopo di illuminare e rendere visibili “i canali di placement e i criteri di selezione utilizzati nella ricerca di risorse da inserire all’interno di un’impresa”. Si capisce subito il collegamento con l’università Niccolò Cusano di Milano vero? Si tratta a tutti gli effetti di capire quanto delle buone intenzioni di questa realtà vadano a buon fine e in tal caso si tratta di capire cosa sia richiesto dalle aziende in caso di colloqui. Ecco:

  • titolo di studio nell’ambito economico-statistico e ingegneristico;
  • conoscenza delle lingue;
  • padronanza degli strumenti informatici di base;
  • un buon punteggio negli esami e nel voto di laurea.

Un’ottima base ma che base è. Bisogna invece capire che molto deve fare per voi l’orientamento al lavoro per i giovani perché, a tesi discussa, dovrete avere anche qualche asso nella manica. Per esempio sarebbe importante poter sfoggiare:

  • pregresse esperienze di lavoro, possibilmente all’estero;
  • totale ed immediata disponibilità a trasferte di lavoro.

Tutte cose, queste espresse a livello di ricerca, che sono presenti nella testa dell’università Niccolò Cusano di Milano in vari modi ma soprattutto attraverso lo strumento di “Stage & Job Opportunities”. L’idea più precisa però ve la potete fare da soli andando sul sito, sulle pagine social e sui blog oppure ce la potete chiedere in modo diretto attraverso l’apposito form informativo.