informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 metodi per guadagnare soldi durante l’università

Commenti disabilitati su I 5 metodi per guadagnare soldi durante l’università Studiare a Milano

Frequentare un corso di laurea richiede un notevole impegno, in termini di tempo, di energie ma anche e soprattutto economico; ecco perché dovresti leggere attentamente questo post dedicato ai metodi per guadagnare soldi durante l’università.

Non tutti gli studenti hanno la fortuna di avere genitori benestanti, in grado di mantenere i propri figli all’università senza alcun sacrificio.

Molti giovani universitari sono costretti a lavorare per pagare la retta universitaria; i fuori-sede sono costretti a predisporre un budget anche per il vitto e l’alloggio; altri puntano ad avere una piccola entrata mensile per aiutare i genitori o più semplicemente per pagarsi qualche piccolo sfizio.

A parte qualche eccezione, in linea generale lo studente universitario deve fare i conti con disponibilità economiche piuttosto esigue, a meno che non decida di studiare e lavorare contemporaneamente.

Studio e lavoro: come gestire al meglio gli impegni

Economia o Psicologia, Ingegneria o Scienze della formazione: qualunque sia la facoltà scelta esiste una possibilità che consente di conciliare lo studio con un lavoro, senza lo stress degli incastri impossibili e senza le corse da un posto a un altro per rispettare gli orari.
La possibilità si chiama ‘e-learning’, o anche ‘formazione a distanza’.

Si tratta di una metodologia didattica innovativa e all’avanguardia, che esula da tutti quei vincoli che rendono obsoleta e anacronistica la didattica tradizionale ‘in presenza’.

La modalità telematica consente di frequentare l’università in maniera virtuale, ovvero di seguire le lezioni online e di studiare comodamente da casa.

Attraverso una piattaforma digitale lo studente può accedere a tutto il materiale didattico direttamente dal proprio pc, senza necessariamente dover raggiungere l’ateneo.

Tra i vantaggi più interessanti l’accesso al materiale di studio svincolato dagli orari.
Il corsista può quindi decidere in totale libertà se studiare di giorno o di notte, durante la settimana o durante il week-end.

Come guadagnare soldi: consigli per studenti universitari

Partendo dal presupposto che la frequentazione di un corso di laurea è già di per sé un lavoro, che richiede impegno, tempo e sacrificio, è importante trovare un impiego che consenta di non trascurare lo studio.

Di seguito abbiamo selezionato alcuni lavoretti, tra i più comuni e facili da trovare, che consentono di aggiungere qualche euro all’esiguo budget di uno studente uniersitario.

Scopriamoli insieme.

come monetizzare durante l'università

1 – Lavorare all’università

Iniziamo con il metodo più semplice per guadagnare qualche soldino durante la frequentazione di un corso di laurea: lavorare all’università.

Spesso gli atenei assumono gli stessi studenti per svolgere una serie di attività all’interno del campus.
Tra le mansioni per le quali più frequentemente si ricercano collaboratori rientrano le pulizie, la gestione delle attività di segreteria e reception, la sorveglianza.

Talvolta sono gli stessi docenti che necessitano di assistenza per l’espletamento di alcune burocrazie o per la gestione degli aspetti pratici connessi al proprio ruolo.

Oltre ad essere pratica dal punto di vista logistico, in alcuni casi l’opportunità può trasformarsi in un trampolino di lancio per un futuro inserimento nel mondo universitario.

Tra l’altro, lavorando per l’università, e all’interno dell’università, i programmi e gli orari di lavoro sono flessibili, o comunque orientati a rispondere alle esigenze di chi studia.

2 – Dare ripetizioni

 Tra i metodi per guadagnare soldi durante il periodo universitario un altro grande classico è rappresentato dalle ripetizioni.

Ci sono tantissimi studenti che hanno bisogno di un supporto nello sudio, per approfondire una materia specifica o più in generale per avere un punto di riferimento da seguire durante l’apprendimento.

Si tratta quindi di svolgere un’attività che per molti aspetti è simile a quella di un tutor, che chiaramente può lavorare sia all’interno dell’ateneo, quindi con i corsisti, e sia fuori, con gli studenti di scuole medie o superiori.

Chiaramente, in base alla personale preparazione, si può scegliere se dare ripetizioni in merito ad una sola materia, ad un gruppo di discipline accomunate dalla categoria (es. umanistiche, scientifiche ecc.) oppure se fornire supporto allo studio in generale.

Nei casi in cui si lavori con i propri colleghi di università la possibilità di ripetere o di approfondire argomenti inerenti il proprio indirizzo di studi è tutt’altro che trascurabile.

Per quanto riguarda la ‘promozione’ dell’attività ci si può affidare al passaparola, all’inserimento di annunci nelle bacheche scolastiche oppure ad un semplice volantino, indicante le materie e i contatti, da distribuire strategicamente nei dintorni del proprio contesto abitativo.

Una valida alternativa è data dai portali creati per agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta.
Chi offre servizio di tutor e ripetizione ha la possibilità di inserire un annuncio previa registrazione.

3 – Cameriere

Una delle esigenze principali per uno studente universitario impegnato nella preparazione degli esami è trovare un lavoro part-time.

Lavorare soltanto per qualche ora al giorno è una prerogativa indispensabile per non rischiare di trascurare lo studio.
In tal senso il lavoro di cameriere può rappresentare una valida opportunità per riuscire a conciliare dal punto di vista temporale l’impegno lavorativo con quello dell’apprendimento.

Generalmente bar, ristoranti, pub e locali vari ricercano personale extra per la sera, o per il fine settimana, ovvero nelle ore in cui si concentra la maggior parte dell’affluenza di clienti.

Si tratta di un lavoretto che, per quanto impegnativo dal punto di vista del dispendio fisico di energie, consente di guadagnare piuttosto bene; senza contare poi che si tratta di contesti che permettono di aggiungere una cifra extra alla paga base grazie alle mance.

4 – Baby sitter

Tra i lavori part time ideali per le esigenze degli studenti universitari rientra anche quello della baby sitter.

Si tratta di una tipolgia di impiego che comporta vari vantaggi.
Il primo è identificabile in una domanda variegata; alcune famiglie necessitano di servizi di baby sitting soltanto per qualche ora la sera, altre soltanto nel week end, altre ancora soltanto per un paio di ore al giorno.
Oltre alle numerose opportunità in termini di richiesta c’è quindi la possibilità di individuare la soluzione più adatta alle personali esigenze e/o preferenze.

Per poter svolgere tale lavoro è però necessario avere una certa predisposizione a gestire i bambini; la pazienza è un requisito fondamentale che non può assolutamente mancare.
Laddove sia previsto lo spostamento dei bambini, da scuola a casa, da casa a palestre e centri ricreativi, è richiesto anche il possesso di un’auto.

5 – Scrivere articoli

Concludiamo con un’interessante opportunità riservata a chi ama la scrittura e ha competenze sufficienti per poter realizzare lavori ben fatti sia dal punto di vista grammaticale che sintattico: scrivere articoli.

Navigando sul web è possibile trovare numerose richieste di blog e siti web che riguardano la produzione di contenuti riguardanti varie tipologie di argomenti.

La paga varia a seconda del testo da realizzare. Generalmente per argomenti tecnici i compensi sono più interessanti mentre per i contenuti generici per ottenere cifre discrete bisogna puntare sulla quantità.

In tal senso il suggerimento è di evitare, nei limiti del possibile, gli intermediari quali le agenzie e le piattaforme di editoria online (che solitamente pagano poco), e di rivolgersi direttamente a chi richiede i contenuti.
Chiarmente la seconda ipotesi è più difficile, ma con un pò di impegno può non risultare impossibile.

Noi ti abbiamo spiegato come monetizzare durante l’università, ovvero ti abbiamo fornito qualche spunto per poter guadagnare qualche euro senza distrarti troppo dallo studio; a te non resta che rimboccarti le maniche e decidere su quale delle strade che ti abbiamo suggerito incamminarti.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali