informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono le materie di giurisprudenza da affrontare?

Commenti disabilitati su Quali sono le materie di giurisprudenza da affrontare? Studiare a Milano

L’indirizzo giuridico è notoriamente lungo ed impegnativo; ecco perché se hai deciso di iscriverti all’università devi necessariamente conoscere le materie di giurisprudenza.

Nei prossimi paragrafi forniremo una breve descrizione delle discipline giuridiche previste dal programma del corso di laurea in Giurisprudenz, per consentire a chi desidera intraprendere la carriera legale di farlo con cognizione di causa.

Come funziona giurisprudenza: gli esami

Per familiarizzare con le materie di giurisprudenza prenderemo in considerazione il programma del corso di laurea quinquennale della Niccolò Cusano.

Le materie del primo anno

Di seguito le materie previste dal programma del primo anno di Giurisprudenza.

Diritto privato

Lo studio della disciplina mira a fornire ai corsisti le nozioni giuridiche fondamentali relative agli istituti che disciplinano i rapporti tra i privati.
Gli argomenti previsti dal programma sono finalizzati a sviluppare la capacità di padroneggiare il linguaggio giuridico e di conseguenza comprendere i testi normativi.

Istituzioni di diritto pubblico

 L’esame di diritto pubblico si focalizza su argomenti che riguardano la società e gli ordinamenti giuridici, la Costituzione e i suoi principi fondamentali, le fonti del diritto.

La materia mira ad erogare le nozioni giuridiche fondamentali per la comprensione del fenomeno giuridico per cui approfondisce le caratteristiche degli ordinamenti giuridici, le forme di Stato, il costituzionalismo.

Numerose le attività finalizzate all’applicazione delle nozioni acquisite a casi pratici.

Filosofia del diritto

L’obiettivo della materia è fornire agli studenti una prospettiva storica e critica del diritto.

Il programma si focalizza in maniera particolare sui principi generali della democrazia e sul contesto storico-economico in cui si è sviluppata; completano il modulo le regole sulle quali si fonda e viene conservato il principio ‘democratico’.

Istituzioni di diritto romano

La materia Istituzioni di diritto romano si pone l’obiettivo di fornire una conoscenza approfondita e completa del sistema giuridico romano.
Attraverso l’approfondimento delle fonti romane lo studente ha la possibilità di comprendere i fondamenti che sono alla base dell’attuale ordinamento italiano.

Completa il programma del primo anno la materia Economia politica.

Le materie del secondo anno

Nel corso del secondo anno il programma prevede l’approfondimento delle seguenti materie.

Diritto commerciale

Il corso di Diritto commerciale si focalizza sugli istituti principali del diritto dell’impresa (individuale e collettiva).

Tra gli argomenti approfonditi le fonti del diritto commerciale, l’imprenditore e l’impresa, gli atti di concorrenza sleale, le aggregazioni funzionali tra imprese, le società di persone e l’impresa in forma collettiva, la crisi dell’impresa commerciale, il diritto dei mercati finanziari.

Diritto costituzionale

Il modulo relativo al diritto costituzionale ruota intorno allo studio di argomenti che riguardano le forme di Stato e di Governo, le fonti del diritto, diritti e libertà, il Parlamento, il Presidente della Repubblica, le giurisdizioni e la giustizia costituzionale.

Tra gli obiettivi del corso lo sviluppo della capacità di consultare e comprendere i principali testi normativi in materia costituzionale.

Diritto amministrativo I

Diritto amministrativo I prevede lo studio e l’approfondimento dei concetti principali relativi ai seguenti argomenti:

  • Organizzazione della Pubblica Amministrazione
  • Azione della Pubblica Amministrazione
  • Sistema di protezione dei cittadini contro gli atti amministrativi

Diritto amministrativo II

Diritto amministrativo II mira ad erogare un’approfondita preparazione relativamente alle fonti del diritto amministrativo, la pubblica amministrazione in generale, i beni pubblici, il mercato e la concorrenza, il governo del territorio, l’ambiente e la finanza pubblica.

Diritto privato comparato

Il corso di Diritto privato comparato intende fornire allo studente una formazione di base sul concetto di comparazione giuridica.
Il programma approfondisce inoltre: gli strumenti per orientarsi nella comprensione del linguaggio giuridico del diritto privato; i sistemi del common law e del civil law; il confronto tra le soluzioni del diritto italiano e quello degli altri ordinamenti giuridici; le nozioni basilari dell’analisi economica del diritto.

corso di laurea in giurisprudenza

Credits immagine: DepositPhoto.com/Zerbor

Le materie del terzo anno

Nel corso del terzo anno il programma di studi prevede lo studio delle seguenti materie.

Diritto tributario

Il modulo relativo al Diritto tributario fornisce una panoramica completa dell’ordinamento tributario italiano e dei principali tributi in esso contenuti.

Tra gli argomenti oggetto di studio le fonti del diritto tributario, l’interpretazione della norma tributaria, la riscossione, le sanzioni, i contenziosi e i tributi attualmente vigenti in Italia.

Diritto civile

Il programma del corso di diritto civile si focalizza sullo studio codicistico del diritto del contratto in generale, sul diritto di famiglia, sulle leggi speciali e sulla giurisprudenza di legittimità.

Diritto costituzionale comparato

Obiettivo del modulo di Diritto costituzionale comparato è l’erogazione di conoscenze realtive agli argomenti basilari del diritto costituzionale, affrontati nell’ottica di una rilettura in chiave comparata.

Tra gli approfondimenti le principali forme di Stato e Governo, le principali famiglie giuridiche, gli organi costituzionali della giustizia.

Diritto ecclesiastico

Il corso di Diritto Ecclesiastico si focalizza sullo studio del fenomeno religioso e dei rapporti con lo Stato.

Si approfondiscono quindi le fonti del diritto ecclesiastico, le relazioni tra Stato e confessioni religiose, le disposizioni costituzionali relative alla religione, il matrimonio e l’insegnamento della religione nelle scuole.

Completano il programma del triennio le materie Politica economica e Informatica.

Le materie del quarto anno

Di seguito gli esami di giurisprudenza relativi al quarto anno.

Diritto processuale civile 

Il modulo Diritto processuale civile intende fornire allo studente conoscenze approfondite in merito alle regole di comportamento del giudice e dell’avvocato al fine di agevolare il percorso formativo post-laurea di chi intende affrontare i concorsi per la magistratura, il notariato e la Pubblica Amministrazione.

Diritto dell’Unione Europea

La materia Diritto dell’Unione Europea eroga le conoscenze necessarie per comprendere il funzionamento istituzionale dell’UE, ovvero l’assetto, l’attività normativa e gli ambiti di competenza.

Storia del diritto medievale e moderno

Il corso di Storia del diritto medievale e moderno intende approfondire il periodo identificato con il termine ‘età di Mezzo’, puntualizzare il concetto di ‘barbaro’, evidenziare il nesso tra i termini ‘cultura’ e ‘religione’.

Diritto penale

Il modulo si focalizza sulla funzionalità sanzionatoria del Diritto Penale, sui principi costituzionali penalistici e sugli istituti codicistici.

Le materie del quinto anno

Concludiamo con il quinto anno, con le materie che chiudono il quinquennio giuridico.

Diritto processuale penale

Lo studio del Diritto processuale penale affronta il processo penale sia dal punto di vista statico che dinamico.

Tra gli approfondimenti le fonti nazionali e sovranazionali, i soggetti, gli atti, le prove, le misure cautelari, le indagini preliminari, l’udienza preliminare, i procedimenti speciali.

Diritto del lavoro 

Il corso Diritto del lavoro intende fornire ai corsisti le conoscenze e gli strumenti per poter comprendere gli istituti del rapporto di lavoro, sia per quanto riguarda la prospettiva giuridica interna che sovranazionale.

Diritto internazionale

Il modulo dedicato al Diritto internazionale affronta lo studio dei principi e delle norme che disciplinano la comunità internazionale e i rapporti all’interno di essa.

Sono previsti approfondimenti che riguardano le fonti del diritto internazionale, i soggetti della comunità internazionale, la responsabilità per fatto internazionalmente illecito e la tutela dei diritti umani.

Completa il programma del quinto anno lo studio di una lingua straniera.

Al termine dei 5 anni è prevista la prova finale, ovvero la discussione della tesi.

Il lavoro deve essere elaborato in maniera orginale sulla base delle attività personali relative ai seguenti aspetti:

  • Ricerca giurisprudenziale e/o prassi applicativa
  • Analisi e interpretazione di testi normativi
  • Trattazione di un tema in prospettiva storica o di teoria giuridica.

Per ulteriori info e dettagli sul corso di laurea in giurisprudenza non esitare a contattarci attraverso il form che trovi cliccando qui!


Credits immagine: DepositPhoto.com/belchonock

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali