informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare ingegnere biomedico a Milano

Commenti disabilitati su Come diventare ingegnere biomedico a Milano Studiare a Milano

Certo, non siamo tutti uguali. Sarebbe bello ma così non è. E infatti, a diciotto anni, ch’è chi ha le idee confuse, ed è comprensibile, e chi invece già sente forte dentro sé il richiamo di quel che sarà. Suona un po’ come una missione ma non è sbagliato vederla così. Perché, se volete scoprire come divemtare ingegnere biomedico a Milano, un po’ suonati lo siete… ma nel senso buono del termine. Il nostro paese si salverà grazie a gente motivata come voi e grazie all’operato costante di Unicusano che si impegna a supportarvi. Come? Dandovi tutta la formazione ad hoc possibile e dandovi modo di strutturarla nel modo personale che più preferite tra FAD – formazione a distanza e FIP – formazione in presenza. Se agognate di applicare i lumi generali dell’Ingegneria al settore moderno ed interessante della Biomedicicina, ecco la mini-guida che fa per voi. Ecco qualche che vi consigliamo di leggere in modo attento. Buon viaggio.

Davvero c’è ancora qualcuno che crede che un ingegnere si limiti solo a costruire ponti e palazzi? La salute dell’uomo è un’architettura ben più complessa e affascinante e qualcuno di illuminato ha pensato bene di andarci a fondo. Queste sono le premesse generali e semplicistiche di come si muove chi voglia studiare da ingegnere ma nella biomedicina.

Unicusano non lascerebbe vuota nessuna area, perché crede sia importante assecondare la voglia di sapere (e di un futuro migliore) dei giovani, e non lascia di certo “a terra” uno spicchio così particolare di questa branchia.

Cerchiamo di capire la definizione di Ingegneria Biomedica e quali iter il nostro Ateneo offra a chi vuole avvicinarsi con questi quattro ragionamenti base sul tema.

Laurearsi in Ingegneria Biomedica nel nuovo millennio

Se la chimica e la fisica vi appasionavano durante le superiori e se la costruzione di un corpo umano vi tocca più di quella di una diga, laurearsi in Ingegneria Biomedica è la strada che fa per voi. Farlo con Unicusano vuol dire farlo nel nuovo millennio.

Ogni singola lezione, infatti, potrete fruirla in modalità eLearning, e cioè vedendo un video che gira su piattaforma e che non ha limiti di views, e in modalità presenza, presso le aule moderne del Learning Center in città che hanno tecnologia didattica all’avanguardia come ad esempio le LIM – lavagne interattive multimediali.

Dovete sapere questa formazione accademica su materie di Ingegneria Biomedica vi strutturerà per i seguenti mestieri:

  • Tecnici meccanici;
  • Tecnici elettronici;
  • Tecnici della produzione manifatturiera;
  • Tecnici della preparazione alimentare;
  • Tecnici della produzione alimentare;
  • Tecnici di apparati medicali e per la diagnostica medica;
  • Tecnici sanitari di laboratorio biomedico;
  • Tecnici dei prodotti alimentari.

 

Le materie del curriculum biomedico

Comprendere cosa andrete a studiare nell’Ingegneria Biomedica è un po’ come vedere dall’alto un circuito di auto prima di doverci correre.

Se avete bisogno di una visione di insieme delle materie che costituiranno il vostro futuro curriculum biomedico, eccole tutte e divise anno per anno secondo l’inoinabile fonte del sito ufficiale dell’Ateneo con tanto di specifici crediti formativi accanto:

Primo anno
Istituzioni di matematica MAT/05 6
Geometria MAT/03 9
Fisica generale I FIS/01 9
Chimica generale CHIM/03 9
Analisi I MAT/05 6
Informatica INF/01 6
Analisi II MAT/05 9
Inglese 6
Totale CFU 60
Secondo anno
Termodinamica applicata ING-IND/08 9
Scienza e tecnologia dei materiali ING-IND/22 9
Fisica generale II FIS/01 9
Tecnologia meccanica ING-IND/16 9
Elettrotecnica ING-IND/31 6
Meccanica applicata ING-IND/13 9
Macchine e impianti ospedalieri ING-IND/09 9
Totale CFU 60
Terzo anno
Strumenti e metodi di misura ING-IND/12 9
Elettronica ING-INF/01 9
Modellazione e simulazione biomeccanica ING-IND/34 9
Biomateriali e ingegneria tessutale ING-IND/22 9
Materia a scelta dello studente 6
Materia a scelta dello studente 6
Tirocinio 6
Prova finale 6
Totale CFU

Gli sbocchi professionali come Ingegnere Biomedico

E’ ovvio che un’altra valutazione da fare per sondare la seriettà di una formazione precipua è capire come e se monetizzerete gli anni di studi.

Gli sbocchi professionali dell’Ingegneria Biomedica sono notevoli e in forte sviluppo. Oltre agli ospedali e a tutti gli enti legati al mondo della salute, infatti, avrete a che fare col ricco settore delle aziende che si occupano della progettazione e della costruizione dei macchinari in grado di supportare il lavoro dei medici.

Il forte exploit delle protesi corporee per disabili dimostra che il settore non solo pè sano ma anche che si trova appena all’alba della sua esistenza.

 

I possibili master in area biomedica

Unicusano vive a stretto contatto col mercato del lavoro, per captarne le sensazioni e le esigenze. Ora è consapevole, e risaputo, che non esista più alcuno spazio per le professionalità generiche ma solo per chi si è impegnato nello sviluppo di competenze specialistiche post laurea.

Ecco perché dovete tenere sott’occhio i suoi master. Ce ne sono di primo e secondo livello e il taglio classico consta di un’offerta di ore di lezioni di circa 1500 ore complessive e di un costo medio che non supera i 1500 euro annui pagabili in due rate a distanza di 30 giorni.

Se state valutando con intelligenza i possibili master in area biomedica, vi consigliamo di frequentare con costanza le pagine ad hoc perché le attivazioni sono veloci e sempre aggiornate.

 

Ora che ne sapete di più su come diventare un ingegnere biomedico formandovi nella città di Milano grazie all’offerta di Unicusano, impegnatevi ad investire su di voi. Come? Non con soldi ma con la voglia di mettere insieme tutte le altre informazioni che il web dà a disposizone e che noi raccogliamo per voi negli articoli che pubblichiamo e che potete leggere nel blog accademico di Milano. Inoltre potrete anche farci una gran quantità di domande attraverso l’apposito form e sarà nostra premura rispondervi in modo esaustivo.