informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare esperto di sicurezza informatica: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare esperto di sicurezza informatica: studi e possibilità Studiare a Milano

I dati statistici confermano un aumento delle violazioni informatiche e un’evoluzione delle minacce che riguardano l’accesso a informazioni riservate e dati sensibili; ecco perché ti spiegheremo nel corso di questo post come diventare esperto di sicurezza informatica.

Attualmente, con il progresso delle tecnologie e la diffusione di internet la maggior parte delle informazioni viene archiviata in formato digitale, su supporti fisici quali server, desktop e dispositivi mobile.
Senza contare il fatto che le stesse informazioni vengono poi condivise attraverso la rete.

Si tratta di processi che, per quanto rispetto al cartaceo consentano di dimezzare i tempi e rendere più snelle alcune tipologie di procedure, sono sottoposti a maggiori rischi di violazione, furti o blocchi.

In Italia la tematica è piuttosto dibattuta, soprattutto nel panorama politico-economico nazionale; sia nell’ambito pubblico che in quello privato la sicurezza informatica è un’esigenza prioritaria, per la quale si ricercano professionisti in grado di adottare misure efficaci contro gli attacchi degli hacker.

Partendo dal presupposto che ogni azienda connessa in rete è potenzialmente sottoposta al rischio di violazione dei dati, e che oggi ogni realtà professionale utilizza internet per gestire alcuni o tutti gli aspetti della propria attività, è facile comprendere le opportunità di impiego per un profilo esperto in sicurezza informatica. 

Cos’è la cyber security

Prima di addentrarci nel merito dei percorsi di studio e specializzazione per diventare un esperto di sicurezza informatica cerchiamo di approfondire il concetto di cyber security.

Prendiamo come punto di partenza la definizione di sicurezza informatica data dal sito di Wikipedia:

“La sicurezza informatica (in inglese information security) è l’insieme dei mezzi e delle tecnologie tesi alla protezione dei sistemi informatici in termini di disponibilità, confidenzialità e integrità dei beni o asset informatici.”

L’espressione indica quindi il complesso di processi e mezzi utilizzati per proteggere computer, server, reti di telecomunicazione e dispositivi digitali dagli attacchi dei cyber criminali. Potremmo dire in parole semplici che si tratta di una protezione finalizzata a tutelare tutte le informazioni in formato digitale.

La cyber security viene gestita attraverso attività che riguardano la prevenzione dai rischi di attacchi, la rilevazione delle minacce e l’intervento in caso di violazione.

Per comprendere l’importanza di un’adeguata protezione è sufficiente pensare che eventuali furti di dati, o peggio ancora blocchi dei sistemi informatici, potrebbero determinare danni sia sul piano operativo che economico.

Le minacce a cui sono soggetti gli strumenti digitali e le relative informazioni sono di tre diverse tipologie:

  • Cybercrimine: finalizzato ad ottenere un ritorno economico
  • Cyberattacchi: finalizzati a raccogliere informazioni per scopi di natura politica
  • Cyberterrorismo: finalizzato a creare panico

esperto di sicurezza informatica

Come diventare esperto di IT security

Come già accennato nel corso del paragrafo introduttivo i supporti digitali rappresentano, e rappresenteranno in misura sempre più importante, il fulcro di qualsiasi attività.

Diventare esperto di sicurezza informatica significa approcciarsi ad un settore che garantisce buone possibilità di occupazione, anche in ottica futura.

Per capire quali sono le competenze necessarie per svolgere la professione, e il relativo iter formativo per acquisirle, è d’obbligo fare una panoramica delle mansioni svolte da un profilo qualificato.

A differenza di quello che si potrebbe pensare la sicurezza informatica è un concetto applicabile a varie tipologie di realtà professionali; si tratta di un processo che, al giorno d’oggi, si rende necessario in qualsiasi ambito del mercato: politico, sanitario, industriale, aziendale ecc.

Ciò significa che richieste ed esigenze cambiano a seconda dell’ambito operativo di riferimento.

Per un professionista si aprono quindi diverse possibilità lavorative, per le quali deve essere adeguatamente formato.

In linea generale il compito di un esperto di IT security è quello di proteggere i sistemi informatici dagli attacchi di terze parti.
Un professionista deve essere in grado di analizzare l’eventuale vulnerabilità dei processi di archiviazione e condivisione dati, per eliminare, laddove presenti, le falle che potrebbero provocare intrusioni da parte di hacker e criminali.

Non è difficile a questo punto comprendere che si tratta di una professionalità che richiede competenze piuttosto tecniche, integrate da conoscenze che afferiscono ai vari campi dell’informatica.

I requisiti e le competenze

Entriamo nel dettaglio della professionalità in oggetto per analizzarla a 360 gradi, sia dal punto di vista delle abilità personali che per quanto riguarda le competenze tecniche.

Partiamo dalle skills e dalle attitudini, tra le quali risultano fondamentali:

  • Capacità di ragionare in maniera critica: indispensabile per la risoluzione dei problemi
  • Capacità di decision making: importante per un’operatività produttiva ed efficace
  • Capacità di formare adeguatamente il personale aziendale in merito ai comportamenti ‘sicuri’ da adottare sul web

Dal punto di vista delle competenze operative si parte ovviamente da una profonda padronanza dell’informatica, integrata da una serie di conoscenze complementari:

  • Conoscenze relative all’elettronica
  • Conoscenza della lingua inglese, fondamentale per l’analisi e la digitazione degli imput
  • Conoscenze giuridiche relative al diritto aziendale
  • Competenze relative alla manutenzione degli hardware
  • Competenze relative alla redazione di relazioni e documentazioni tecniche

La formazione

Sappiamo bene che tutte le professioni che afferiscono al mondo dell’IT sono considerate ‘relativamente’ nuove per cui non prevedono iter formativi specifici.
Il fatto che le professioni digitali non siano disciplinate da regolamentazioni e/o normative specifiche non significa però che si tratta di professionalità che possono essere improvvisate.

Il mercato formativo italiano, consapevole dell’esigenza di percorsi di studio dedicati alle nuove professioni digitali si sta adeguando velocemente.

Tra le realtà che si allineano in maniera eccellente all’evoluzione del settore informatico emerge la proposta dell’università telematica Niccolò Cusano, strutturata sulla tradizionale formula 3 + 2, che nel dettaglio prevede i seguenti corsi online:

Il curriculum della triennale, specifico per una preparazione nel campo dell’informatica, è pensato per assecondare la richiesta di profili esperti provenienti dal settore industriale e manifatturiero.
In particolare, il programma intende formare profili in grado di progettare l’architettura di un sistema informativo.
Al termine del triennio il neo-laureato avrà acquisito il know how per progettare e realizzare componenti e apparati elettronici, software e sistemi di elaborazione delle informazioni.

Gli sbocchi legati al conseguimento del titolo si concretizzano prevalentemente nelle aziende operanti negli ambiti della produzione hardware/software e della gestione dei sistemi informativi per i settori sanitari; tra le opportunità anche la Pubblica Amministrazione.

Il biennio magistrale è orientato alla formazione di figure in grado di occuparsi di sistemi, processi e servizi complessi relativi all’ambito dell’informatica, sia per quanto riguarda l’attività di ricerca e pianificazione che per lo sviluppo e la gestione.

In concreto il laureato sarà in grado di progettare componenti software per apparati industriali automatizzati e logiche di business destinate a sistemi informativi e di elaborazione delle informazioni.

Tra gli sbocchi occupazionali rientrano le aziende che operano nel campo della produzione hardware/software, dei sistemi informativi, dell’automazione industriale, e della gestione dei servizi informativi per la sanità, il cittadino e la Pubblica Amministrazione.
Interessanti prosepettive si concretizzano anche nelle società di formazione e consulenza e presso gli enti di ricerca.

Per chi intende specializzarsi ulteriormente in determinati ambiti della cyber security sono disponibili numerosi master e corsi di specializzazione post-laurea, che consentono di ampliare ulteriormente gli orizzonti lavorativi e di crescita professionale.

Ora sai come diventare esperto di sicurezza informatica; se vuoi ricevere ulteriori informazioni e dettagli sui percorsi di studio della Niccolò Cusano puoi contattare il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali