informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come definire i tuoi obiettivi professionali?

Commenti disabilitati su Come definire i tuoi obiettivi professionali? Studiare a Milano

Svolgere il lavoro dei sogni significa trovare un impiego in linea con i propri interessi e le proprie attitudini; ecco perché in questo post ti spiegheremo come definire i tuoi obiettivi professionali.

Il processo di individuazione è fondamentale sia per chi si trova in procinto di scegliere un percorso formativo e sia per chi già lavora ma intende crescere e migliorare.

In entrambi i casi, però, si tratta di un passaggio tutt’altro che semplice e banale, che parte da una profonda conoscenza di se stessi e da un’analisi valutativa che prende in considerazione numerosi aspetti sia personali-psicologici che tecnici-operativi.

Nel corso dei prossimi paragrafi l’università telematica Niccolò Cusano di Milano cercherà di fornire al lettore qualche spunto di riflessione e una serie di suggerimenti utili per affrontare nel modo giusto il processo di identificazione dei propri obiettivi in ambito lavorativo.

Definire obiettivi professionali: cosa significa

Prima di entrare nel merito del processo di definizione cerchiamo di capire cos’è un obiettivo professionale e quali sono le caratteristiche per cui diventa così importante nella vita lavorativa di un individuo.

In linea generale si tratta di un traguardo da raggiungere  in ambito professionale; una meta ben definita in grado di fornire una serie di stimoli.

Avere un obiettivo, in ambito professionale come nella vita in generale, significa avere la spinta motivazionale per migliorare e per superare i momenti di difficoltà.

Visualizzare costantemente una meta, immaginare di raggiungerla, determina un senso di soddisfazione che a sua volta genera benefici a livello psicologico.
Immaginare, ad esempio, di raggiungere un maggiore benessere, economico, sociale e personale, consente di affrontare con uno spirito diverso la quotidianità di un lavoro poco gratificante, nell’ottica di una temporaneità finalizzata ad un migliormento (cambiamento di ruolo o di lavoro).

L’ambizione garantisce maggiori probabilità di fare carriera e allo stesso tempo consente di essere più resilienti nei momenti di difficoltà.

Chi lavora senza un obiettivo è più tendente all’insoddisfazione, alla perdita di motivazione, e a soccombere a quelle che sono le decisioni altrui.

Generalmente gli obiettivi professionali, a seconda della prospettiva temporale di realizzazione, si dividono in:

  • Obiettivi di breve termine
  • Obiettivi di lungo termine

Breve o lungo termine, entrambe le tiopologie guidano le scelte e allo stesso tempo forniscono la motivazione per impegnarsi nella realizzazione di un sogno.

lavoro dei sogni

Credits immagine: DepositPhoto.com/artursz

Gli step per individuare e definire un obiettivo in ambito lavorativo

La definizione dei propri obiettivi professionali, ovvero di un lavoro che garantisca gratificazioni personali ed economiche, può apparentemente sembrare un passaggio scontato e banale; a qualcuno potrebbe addirittura sembrare inutile e superfluo.

In realtà basta soffermarsi un attimo sull’insoddisfazione che quotidianamente affligge chi si sveglia e va a lavorare senza un minimo di motivazione ed entusiasmo; sullo stress provocato da un contesto di lavoro nel quale non ci sisente a proprio agio per comprendere l’importanza di avere un’ambizione professionale; una meta da raggiungere per migliorare, crescere e sentirsi gratificati.

Il processo per la definizione di un obiettivo professionale parte dall’individuazione del lavoro dei propri sogni, laddove il termine ‘sogno’ è inteso nella sua più ampia accezione.

Analisi personale

Il primo step da compiere è un’accurata analisi personale, delle proprie necessità, aspettative e peculiarità.

È quindi importante partire dai propri interessi e da un’approfondita conoscenza di se stessi. Una conoscenza che riguarda abilità (tecniche e travsersali), conoscenze, valori, interessi, inclinazioni e peculiarità caratteriali.

Il processo analitico tende a mettere in luce i propri punti di forza, ovvero quelle caratteristiche caratteriali, attitudinali e professionali sui quali puntare per realizzare un’aspirazione lavorativa; allo stesso modo mette in evidenza eventuali punti deboli e carenze che necessitano di essere migliorati.

Per avere un quadro chiaro della propria condizione attuale, e poter quindi individuare con maggiore consapevolezza il lavoro dei propri sogni e ciò che si desidera conquistare, è necessario fare un elenco di tutti gli aspetti e gli elementi di insoddisfazione legati all’impiego che si sta svolgendo.
In tal modo è possibile capire chiaramente ciò di cui si ha bisogno per sentirsi gratificati e ciò che invece bisogna evitare.

Nell’ambito dell’analisi bisogna tenere conto anche degli eventuali percorsi formativi già completati.

Per chi ha già conseguito diplomi e titoli l’obiettivo professionale ha generalmente attinenza con l’indirizzo di studi. Per chi invece si trova nella condizione di dover scegliere ad esempio il corso di laurea il processo di individuazione parte da quelle che sono le proprie attitudini e propensioni.

Per quanto il lavoro dei propri sogni dovrebbe allinearsi esclusivamente ad interessi e attitudini personali, oggi bisogna anche fare i conti con il difficile momento economico-lavorativo.
Ecco perché è necessario valutare con attenzione anche il contesto nel quale si vive, ovvero l’ambiente circostante.

L’ideale è individuare un lavoro che riesca a soddisfare le proprie aspettative e che allo stesso tempo abbia un buon riscontro sul mercato per quanto riguarda le opportunità occupazionali e di carriera.

Pianificazione

Il suggerimento è di mettere su carta le proprie ambizioni, strutturando una sorta di pianificazione che includa le stime temporali dei traguardi intermedi (piccoli obiettivi che insieme conducono al raggiungimento della meta finale).
Attenzione ad essere il più possibile realistici, ovvero a fissare obiettivi misurabili e realizzabili concretamente in base alle personali attitudini ed esigenze.

La pianificazione deve essere strutturata in maniera precisa e dettagliata, per cui deve includere tutti i passaggi essenziali e le strategie da mettere in atto per raggiungere il traguardo.
È importante prevedere eventuali imprevisti e/o ostacoli che potrebbero causare ritardi nel conquistare il successo in ambito professionale.

La tabella di marcia, ovvero il piano di azione, deve essere rispettata, per cui diventa imprescindibile la fase di monitoraggio.
Periodicamente bisogna controllare i progressi, l’avanzamento degli step previsti dal programma, e laddove necessario apportare le adeguate modifiche per migliorare la produttività.

Le ambizioni professionali nel cv

Concludiamo il post con un suggerimento utile riguardante la redazione del curriculum.

Sappiamo bene che il documento di presentazione professionale prevede alcune sezioni che non possono assolutamente mancare e altre opzionali che invece possono essere inserite o meno a discrezione del candidato.

La tendenza comune è sottovalutare il valore delle ambizioni professionali all’interno di un cv; la maggior parte delle persone pensa che si tratti di informazioni superflue, inutili ai fini di un’eventuale assunzione.
Ci si focalizza solitamente su dettagli tecnici, competenze e conoscenze operative, studi, corsi di laurea e master che notoriamente rappresentano informazioni iprescindibili per un recruiter.

Viene troppo spesso sottovalutato un dato importante, che riguarda la standardizzazione dei percorsi di studio.
Attualmente un selezionatore si ritrova di fronte a decine e decine di curriculum più o meno simili; profili che hanno in comune titoli e diplomi ma che non hanno, almeno sulla carta, alcuna peculiarità che consente di emergere.

Indicare quelle che sono le proprie aspirazioni fornisce dettagli importanti sulla personalità del candidato, sulle attitudini e su caratteristiche personali come ad esempio l’intraprendenza e la voglia di crescere professionalmente.
Si tratta di peculiarità che a parità di qualifiche possono indurre il selezionatore a scegliere un profilo piuttosto che un altro; a scegliere una figura ambiziosa piuttosto che una personalità ‘piatta’ e apparentemente priva di stimoli.

Ora sai come definire i tuoi obiettivi professionali per cui non ti resta che iniziare ad impostare il processo per intraprendere la strada del successo; o per migliorare la tua attuale condizione di lavoro.

Credits immagine: DepositPhoto.com/pablocalvog

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali