informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

La UniCusano vi parla di Bollate: tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti

Commenti disabilitati su La UniCusano vi parla di Bollate: tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti Studiare a Milano

Nel 2018 potrebbero già partire i lavori di riqualificazione dell’ex area industriale dismessa di Bollate: tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti, in un incontro tra il primo cittadino Francesco Vassallo, il Presidente della commissione Urbanistica Francesco Chiariello e i rappresentanti del nuovo circolo bollatese di Legambiente

Martedì 26 gennaio si è finalmente tornati a parlare concretamente dei lavori per ridestinare gli spazi urbanistici dell’area industriale, a ridosso della scuola primaria Montessori. A presenziare la conferenza, il sindaco Francesco Vassallo, che ha promesso di restiuire ai cittadini questo importante pezzo di territorio di Bollate. Tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti, che sono state proposte, sono il risultato di anni di discussioni, incontri, progetti e attività in Commissione Urbanistica.

Il progetto innovativo per questa zona così centrale, prevede già da ora il rifacimento della viabilità con piste ciclabili, rotatorie, una nuova piazza, spazi pubblici, un parco e numerose aree verdi, nonché l’ammodernamento degli attraversamenti ferroviari che oggi dividono in due la città, ma che con questa pianificazione saranno il tratto distintivo per un nuovo quartiere, a cui Vassallo promette di ridare il lustro meritato.

Ma non è tutto. Il sindaco ci ha tenuto a ribadire che l’intera area sarà più funzionale anche grazie ai servizi che intende inserire per i suoi cittadini e per lo sviluppo del tessuto sociale ed economico di quest’area di Bollate: tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti partiranno dalla costruzione di una nuova mensa per la scuola Montessori, alloggi per gli studenti, case basse, una nuova scuola e attività commerciali.

Non sono mancati gli interventi degli ambientalisti del circolo bollatese di Legambiente, che hanno sottolineato come il progetto iniziale del 2011 fosse troppo esteso in metri quadri rispetto al piano regolatore vigente in quell’ambito. A tal proposito Vassallo e Chiariello stanno già studiando come ridurre le volumetrie dell’intera area in trasformazione da 135mila metri cubi a un’area di 56mila metri quadrati.

Il sindaco Francesco Vassallo spera che i lavori inizino già per il 2018. Intanto il progetto è al vaglio del consiglio comunale e passeranno circa dieci anni per vederlo emergere ed ammirarlo.

Ma nel frattempo i cittadini potranno avanzare idee, suggerimenti e proposte per partecipare alla riqualificazione della nuova Bollate: tutte le novità per i giovani nell’area ex Ceruti e per chiunque fosse interessato, può scrivere tramite questo form.